DE FINIBUS MARE: LEUCA PRESA D’ASSALTO DAGLI STABILIMENTI BALNEARI

Negli ultimi 20 anni Santa Maria di Leuca ha subito un’ aggressione continua alle sue coste. Sono spuntati come funghi stabilimenti balneari in ogni dove. Le proporzioni non lasciano dubbi: sul totale dei suoi 1000 metri di costa ben 765 metri, il 76,5% è coperto da lidi. Piattaforme e ferraglia ovunque, che deturpano la costa e non fanno vedere il mare. Se ne accorge chi passeggia sul Lungomare Colombo, che andrebbe ribattezzato in Lungolido Colombo. Addirittura sono scomparse le bagnarole storiche, già oggetto di vandalismo pubblicitario. Cosa è successo? Perché non si è potuto, o voluto fermare tutto questo? Ci rispondono il Sindaco di Castrignano del Capo Santo Papa e un volontario dell’associazione Castrignano a Capo, l’ing. Pierluigi Ferraro.

2018-01-13T12:15:39+00:00 14 novembre, 2017|Categories: Sociale|Tags: , , , , , , |